TSUNAMI BEACH TENNIS

Anche la sesta edizione degli Internazionali di Terracina va in archivio: un successo di partecipanti e pubblico.

 

Si è concluso a Terracina, nell’incantevole cornice dell’ RDT Summer Village, presso le Rive di Traiano, un altro grandissimo evento di beach tennis: gli “Internazionali di beach tennis Città di Terracina” giunto alle sesta edizione. Dal 30 Agosto al 3 Settembre sono stati centinaia gli agonisti e gli amatori che si sono contesi i titoli messi in palio dall’ASD Amici dello Sport, che ha organizzato l’evento sulla dorata spiaggia del lungomare di Levante. È stata una vera e propria maratona di beach tennis, con 15 campi regolamentari ed un centrale, palco autorità e tribune, per cogliere a pieno tutte le emozioni che questo sport sa regalare. Partecipazione principalmente italiana anche se quest’anno si registra l’incremento della partecipazione straniera, soprattutto per la congettura favorevole del torneo internazionale di pari prestigio – la settima antecedente in Germania, con atleti provenienti dal Brasile, Francia, Russia, Aruba, Spagna. Per questa edizione un prize money di tutto rispetto da 15.000$ equamente distribuito, dai quarti fino alla finale, sia per il main draw maschile che femminile, che ha quotato gli Internazionali di Terracina l’evento più importante del bel paese subito dopo i Mondiali dello scorso agosto disputati a Cervia.

Le gare ITF disputate sono state più di 100 tra doppio maschile, doppio femminile, doppio misto, singolo maschile e doppio maschile under 16 e under 18. Gli atleti impegnati sono stati più di 150. Mai come in questa edizione il livello dei main draw è stato così elevato, con incroci pericolosi senza diritto di precedenza, e risultati sempre poco pronosticabili. Un mix eccezionale, su cui l’organizzazione ha lavorato un intero anno. Grande soddisfazione, per il livello di gioco altissimo, che ha garantito uno spettacolo unico.

Nel doppio maschile vittoria di Tommaso Giovanni e Nikita Burmakin in due set combattuti contro Marco Garavini e Luca Cramarossa (6/4 e 7/6); nel doppio femminile hanno trionfato invece Flaminia Dania e Sofia Cimatti prendendosi un’immediata rivincita dopo la sconfitta di una settimana fa in Germania contro le verde oro Joana Cortez e Rafaela Miiller (7/5 6/4); nel doppio misto conquistano il titolo, seguendo un percorso netto e senza ostacoli, la coppia carioca Melo-Canellas contro il duo sardo-romangolo Carmelita-Casadei per 9/4; nel singolo maschile vittoria del san marinese Galli su Banci per 9/5; Caponeri-Guccione – romano il primo e toscano il secondo, entrambi della BTS crew – s’impongono su Attolino-Gallo per 9/1 nel doppio maschile under 16, mentre nell’ under 18 i convocati nella nazionale junior Palmieri-Zanon trionfano su Baretagni-Gridella per 9/7.

Flaminia Dania e Sofia Cimatti premiate dall’amministrazione comunale e dall’organizzazione

Nikita Burmakin e Tommaso Giovannini premiati dall’amministrazione comunale e dall’organizzazione

Sul fronte dei tornei federali centinaia di coppie impegnate a giocare e a guardare con passione ed emozione i pro. Ecco i risultati definitivi: negli open di domenica gli under di Attolino-Spoto su Oddo-Bonaccorsi per 9/8 sul fronte maschile, e di Cini-Baroncelli su Curzi-Di Stolfo per 9/6 sul versante femminile; nel doppio maschile con montepremi del giovedì il veterano Chiodioni con il giovane Lovascio vince per 9/4 su Attolino-Spoto; nel over 40 maschile i romagnoli Zannoni-Nobile vincono per 9/5 su i nostrani Tine’-Trani, mentre nell’over 35 femminile rispettata in pieno l’entry list iniziale con le romani Folgori-Frassica ad imporsi per 9/4 su Teofili-Dragone. Nei tornei limitati alla terza categoria Galeazzi-Cataldo hanno la meglio su Martorano-Di Perna per 9/8 nel maschile; nel femminile Pirozzi-Santos vincono su Boscolo-Pregnolato per 9/5 e nel doppio misto Scarica-Fusco portano a casa la vittoria per 9/5 su Bolletta-Lanucara. Finale tutta locale nel doppio maschile di quarta con i fratelli Scarica che vincono per 9/4 su Cherubino-Bagnara, e le partenopee Greco-Buonocore vincenti su Boscolo-Pregnolato per 9-4. Nel limitato 4.4 i romagnoli Manetti-Croati vincono per 9-6 sugli abruzzesi Sarti-Medori e Greco, in coppia con la Santos, vince il limitato femminile per 9-6. Ottima la partecipazione anche ai tornei under, dove si registra l’affermazione di Caponeri-Guccione su Savioli-D’Emilia per 9-3 nell’under 16 e la vittoria di Ritarossi-Simonelli su i fratellini Reggio nell’under 12 per 9-8.

Un torneo che ha regalato emozioni e ha confermato la straordinaria capacità dello staff di saper gestire eventi di un determinato calibro. Un torneo che finalmente è riuscito a richiamare tanti semplici curiosi, famiglie e bambini che hanno scaldato questo weekend dal tempo bizzarro. Piena soddisfazione da parte dell’amministrazione comunale che ha seguito l’evento con la partecipazione attiva del Sindaco Nicola Procaccini (iscritto anche al torneo di Doppio Maschile Over 40 organizzato sabato), dell’assessore al Turismo e Grandi Eventi Barbara Cirilli e del delegato allo Sport Stefano Alla. Pieno gradimento del Referee ITF Aniello Santonicola e del Giudice Arbitro FIT Daniela Bertinaria, nonché del fiduciario FIT Beach Tennis del Lazio Carmelo Pacione, presente e vigilante sull’operato dell’associazione.

le brasiliane Joana Cortez e Rafaella Miiller seconde classificate

Messaggi di complimenti per la manifestazione sono arrivati anche da quasi tutti i giocatori partecipanti, ma sono quelli degli atleti stranieri, più avvezzi a tornei del calibro internazionale, a dare la giusta carica per affrontare la stagione outdoor 2018. E allora i vari Nikita Burmakin, Antomi Ramos Viera, Joana Cortez, Rafaella Miiller, Aksel Sarmadzic, Thales Oliviera Santos, Ivan Syrov, Melo Lorena e Daniel Canellas concordano sulla bellezza della location e più in generale sulla cittadina di Terracina, affascinante e accogliente, sull’organizzazione impeccabile sempre attenta alle esigenze degli atleti e sul livello qualitativamente alto di atleti presenti all’evento.

 

Garavini Marco e Luca Cramarossa (secondi classificati) intervistati da Simona Bonadonna, capitano della nazionale italiana pro

Match avvincenti e ricchi di momenti di grande beach tennis nel Giardino di Giove, con un pubblico numerosissimo, attento in tutte le giornate e partecipe alle emozioni degli atleti in campo. La stagione beachtennistica outdoor terracinese va in letargo, con la consapevolezza di aver dato – anche quest’anno – una personale impronta al movimento sportivo sia nazionale che internazionale, con la passione, i sacrifici e la volontà di migliorare, caratteristiche  che sempre hanno caratterizzato l’operato dell’Asd Amici dello Sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *